Volevamo abolire i Senatori a vita, e ce li ritroviamo ugualmente nella riforma Renzi

I senatori a vita nominati dal Presidente della Repubblica senza che siano eletti hanno generato scandalo nella popolazione italiana.

Però, non si sa per quale motivo, anche nella riforma Renzi sembrerebbe che sia prevista la presenza di “21 esponenti della società civile cooptati per un mandato dal Presidente della Repubblica”.

(http://news.panorama.it/politica/riforma-senato-renzi)

Addirittura 21 persone su 150! Il 14%! pensate che potere possano avere in questa nostra politica estremamente frammentata questo 14% di cooptati! (scelti in base a qualsiasi criterio, visto che tale criterio non è apposta stato stabilito).

Si potrebbe rispondere che “non importa” vista la limitatezza dei poteri di questo Senato (Assemblea delle Autonomie sembrerebbe essere il nuovo nome, usare tale nome è molto coerente con l’integrazione europea, no? per me), ma se non importa allora perché tenere questo senato dei sindaci e dei presidenti delle regioni? come carica onorifica?, meglio abolirlo a questo punto così non si rischierebbe che un giorno o l’altro si stabilisca una nuova legge che preveda che le cariche prima a costo zero diventino retribuite.

 

 

Advertisements

2 Risposte to “Volevamo abolire i Senatori a vita, e ce li ritroviamo ugualmente nella riforma Renzi”

  1. Forse dal tuo discorso iniziale non si evince che il Pres della Repubblica può nominare 5 senatori a vita nell’arco di tutto il suo mandato settennale. E cmq, al di la del lauto compenso che mi risulta quasi sempre devoluto, io credo che i Costituzionalisti di allora volessero onoro il Paese.
    Se poi oggi si vive di comparse che però non scompaiono mai, allora siam messi molto male.

    sheragraziedellatuagentilissimancorchegraditapparizione

  2. ps i suddetti si pansa dovrebbero essere cooptati come da

    “Art. 59.

    È senatore di diritto e a vita, salvo rinunzia, chi è stato Presidente della Repubblica.

    Il Presidente della Repubblica può nominare senatori a vita cinque cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario”

    Va da sè che se l’ex tutto onorevole Bondi è considerato un ‘poeta’ allora che dio ci protegga.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: