Lo Stato italiano finanzia le imprese che aprono all’estero

Ho visto ieri un servizio sul La7, mostravano che tantissime imprese che in Italia stanno chiudendo o riducendo l’attività e i cui dipendenti sono in cassa integrazione sono state finanziate da una società statale italiana per cifre fino a 30 milioni di euro affinchè aprissero delle attività nei paesi extraeuropei. Proprio così, ciò non vale per i paesi della Ue ma solo per quelli al di fuori.

Ho fatto una breve ricerca su internet ed ho visto che è vero, anche secondo me questo tipo di mutui agevolati incentivano le imprese ad andarsene dall’Italia, il tasso d’interesse fa la differenza, viene chiesto loro solo lo 0,5% un tasso di dieci volte inferiore a quello che pagano le migliori imprese sul mercato italiano.

E tutto ciò con i soldi della Cassa Depositi e Prestiti, cioè con i nostri depositi ed investimenti presso le Poste Italiane, anche degli operai che perderanno il lavoro in Italia.

Ma è possibile questo? di conseguenza lo Stato italiano incasserà minori tasse, i vantaggi di questi investimenti andranno secondo me per la gran parte ai paesi dove le nostre imprese trasferiranno l’attività.

A mio avviso bisogna casomai finanziare le esportazioni, non gli insediamenti industriali nei paesi extra-UE.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: