Gli istituti di credito regionale devono almeno chiudere in pareggio

Capisco la crisi, ma il fatto che gli istituti pubblici abbiano chiuso con grandi perdite, seppure ciòè in comune con tanti enti creditizi privati, è indice che si sono finanziate tante imprese che non meritavano, i cui risultati sono stati effimeri.

In particolare distorgono molto la concorrenza questi istituti, concedendo a tassi di molto inferiori a quelli di mercato, e costringendo le altre banche a lavorare con un tessuto di imprese create grazie all’incentivo pubblico del basso tasso ma che non è detto che siano imprese di duratura efficienza e successo di mercato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: