AMORI IN UFFICIO MA NON IN FABBRICA, suvvia!

Ultimamente sto leggendo Terzani ed inizio a concepire strani pensieri, che prima affioravano dalle nebbie ed invece adesso sono chiari.

Guardavo un telefilm americano, mi pare si chiami mamma incinta, in cui c’è una mamma non sposata, ha concepito un figlio con un uomo che divide con lei l’appartamento, sito quest’ultimo a New York penso, ma non convivono in senso di essere una coppia.

I due hanno una propria vita sentimentale, la donna la scopriamo essere divorziata, lavora, come Spiderman, nell’ufficio di un grande giornale, l’ex marito lavora nello stesso giornale, l’uomo con cui ha un flirt, una frequentazione, è fotografo nello stesso giornale.

Terzani ed altri ritengono che il sistema di vita della globalizzazione ci venga imposto con una continua campagna di marketing di cui anche i telefilm fanno parte, d’altronde per loro definizione economica i telefilm si vendono proprio in un mondo globalizzato con consumatori che devono essere il più standardizzati possibile (per le economie di scala?).

Allora analizzando questo telefilm alla luce di quanto letto, notiamo innanzitutto che gran parte di questi amori sono sul luogo di lavoro, quindi la priorità della vita di queste persone è il lavoro, il fare soldi , il contribuire alla globale crescita economica (per chi ci crede completamente).

Per allevare un perfetto consumatore non si possono imporre i modelli, bisogna introdurre, giorno dopo giorno, il modello nell’uomo in modo che alla fin fine il modello diventa il suo pensiero, ad esempio facendo diventare in tutti un pensiero ovvio che si cerchino partner sul luogo di lavoro.

Inoltre una annotazione particolare, notiamo che i protagonisti di questi telefilm non sono mai o quasi mai quelli che svolgono lavori cosiddetti umili (al massimo sono presenti nei telefilm come loro amici, come comprimari), ma sono tutti giornalisti, avvocati, dipendenti di uffici di famose compagnie, attori, o che si stanno formando per diventare tali.

Insomma amori in ufficio ma non in fabbrica, mi pare molto attuale questo tema, anche perché le fabbriche da noi in Italia e nel mondo occidentale ex avanzato le fabbriche non ci sono più e se ritorneranno in seguito a notevoli modifiche al sistema del lavoro, purtroppo a mio avviso ineludibili se si accetta il sistema economico attuale, daranno paghe da fame alle masse di persone con formazione insufficiente (anzi anche a noi piccola borghesia verranno notevolmente ridotti i redditi).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: