Il processo breve: e se poi avete una causa con il vicino di casa e dopo 5 anni non se ne fa niente?

Se la normativa del processo breve non  imporrà che entro 5 anni debba essere non solo conclusa la causa ma anche emessa una sentenza esecutiva, non sarei convinto che per il cittadino e le imprese ne derivino dei benefici.

Mettiamoci nei panni della persona che ha promosso la causa per far valere un diritto che effettivamente ha, ad esempio un’impresa che non viene pagata oppure una causa di confini tra due privati cittadini.

Intenti la causa, sostieni le spese, non vorrei che dopo cinque anni, per i ritardi della giustizia, la causa si estingue! così il colpevole non paga, il numero dei processi non cala.

Come si dice “cornuti e mazziati!”

Allora si dovrebbe riformare la giustizia, fornendo più risorse, sempre che il problema sia la mancanza di risorse, oppure sanzionando il Tribunale che non riesce ad evadere la causa entro cinque anni.

Mi sembra difficile però che lo Stato preveda sanzioni per sé stesso, dato che la funzione giudiziaria è pur sempre una funzione dello Stato.

Vedremo come andrà, speriamo di non finire “cornuti e mazziati”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: