Scandaloso che una donna su tre venga picchiata

Posted in Uncategorized on novembre 15, 2017 by scorpionedargento

È una vergogna, vigliacco chi mette le mani su una donna facendole male.

Donne, non dovete mai perdonare la violenza, perché poi diventa abitudine. Chi minaccia e insulta deve essere lasciato alla prima occasione.

Altri atteggiamenti che indicano indole violenta sono ad esempio vantarsi di uccidere i gatti del vicino, abbandonare il proprio cane per andare in vacanza o addirittura ucciderlo per poi prenderne un altro, partecipare a risse, farei bulli, voler avere sempre ragione urlando, etc…

Annunci

Questa faccende delle molestie alle donne sul lavoro è un casino, manco la posizione da difensore in area

Posted in Uncategorized on novembre 15, 2017 by scorpionedargento

Al lavoro quando si corre si rischia di urtarsi e di urtare le donne. Con questa esplosione del caso molestie non si sa come fare a evitare contatti con le donne.

Non funziona neanche la posizione del calciatore in area per evitare il rigore, perché così si sposta il bacino in avanti e si rischia un peggiore contatto o di sembrare equivoci. Eheh

Buffon meglio di no in Nazionale

Posted in Uncategorized on novembre 15, 2017 by scorpionedargento

Chi propone Buffon cone allenatore della Nazionale di calcio persiste nello stesso errore che ci ha portati al disastro calcistico. Propone uno che raccoglie parecchie simpatie. Invece serve qualcuno che sia bravo e competente cone allenatore e non uno che è stato un fantastico portiere , ma un portiere non è detto che sia un allenatore.

Inoltre Buffon è stato parte di questo disastro e pur essendo dentro non ha prodotto svolte positive.

Piangere, avere a cuore vincere non vuol dire automaticamente avere le caratteristiche per far vincere una squadra di 11giocatori.

Nel nuoto forse, dove si corre da soli contro il tempo e non c’è nessuno che possa imbrogliare le regole del gioco facendo giocare chi non merita. E infatti nel nuoto gli italiani fanno ancora risultati dimostrando che c’è ancora chi ha voglia di soffrire per vincere.

Nel calcio va avanti chi non si impegna se ha qualcuno alle spalle che spinge. Fin da piccoli, con madri che sculettano dietro agli allenatori per far giocare i figli e padri agli allenamenti e in panchina e nei direttivi, e alle selezioni degli allievi regionali partecipano solo i loro figli.

E carissimi che criticate su facebook massivamente la nazionale perdente, perché accettate la corruzione sui campi di calcio dove giocano i vostri figli?

Calcio, si vogliono dei bulimici non tifosi

Posted in Uncategorized on novembre 14, 2017 by scorpionedargento

Con l’eliminazione, neanche la partecipaziono ai mondiali del calcio italiano io chiudo con il calcio.

Si è trasformato il tutto in un industria paragonabile a quella alimentare, i calciatori sono pessimo cibo grasso e i tifosi si vorrebbero essere dei bulimici apatici che mangiano grassi che non sanno di niente in gran quantità.

Giocatori molli, senza voglia di lottare, tifosi che devono stare zitti, neanche il tifo si può fare, in un mondo di mediocri ciò che si chiede a tutti è l’adeguamento alla mediocrità. E stare zitti e pagare il biglietto. Ma io Sky dei 28 giorni non lo farò mai.

Mi arrabbio sugli spalti alle partite del figlio, perché in campo è pieno di figli del guardalinee, vice allenatore, allenatore, di quella che serve al chiosco, degli amici del presidente, tutti costoro hanno il posto fisso in squadra, e se ne fregano altamente di allenarsi. Il risultato lo vediamo in Nazionale. Mancanza di talento, lavoratori medio bassi del pallone. Nel calcio ci comandano le donne, stai buono in casa, non ti agitare, reprimere gli istinti, niente guerra, stai seduto sul divano a guardare il calcio in televisione mangiando patate fritte… macché rischiare i menischi su un campo di calcio., chi te lo fa fare, non lo fanno neanche quelli che prendono 10.000 e più euro al mese.

Molestie o rapporti consenzienti tra attrici e produttore, in ogni caso è ingiusto verso chi non si presta e non avrà la parte

Posted in Uncategorized on novembre 13, 2017 by scorpionedargento

È riprovevole, indegno, per il produttore o selezionatore avere rapporti “consenzienti” con le ragazze attrici che si presentano al provino. Infatti sottostante c’è un ricatto di chi ha il potere di dare la parte alla ragazza. Già la proposta è una violenza. Già farsi trovare da soli al provino è una violenza. Anche se la ragazza fosse altrettanto disonesta dall’usare mezzucci per avere la parte: così chi invece era più brava e non fosse disponibile a concedere favori sessuali ai produttori, registi, fotografi non riuscirebbe a lavorare. E così nei film invece di brave attrici ci ritroviamo pessime attrici che sono infatti state scelte non per saper recitare ma per fornire un’ eiaculazione.

Lo stesso anche nei lavori normali, non è degno, accettabile, normale, che i superiori in grado facciano avances alle donne né che alcune donne ne approfittino per guadagnare soldi. È proprio una cosa di cui dovrebbero vergognarsi, ma come fanno ad uscire di casa?

I Comuni senza personale, ma se rifiutavano le mobilità?

Posted in Uncategorized on novembre 4, 2017 by scorpionedargento

Il discorso dei Comuni poverini senza personale è viziato di una mezza verità.

Se un dipendente chiede di andare altrove con la mobilità, il Comune non è obbligato ad accettare. Se non trova chi venga al posto di chi ha chiesto la mobilità e accetta, il Comune è colpevole di disservizio verso i cittadini, inutile poi lamentarsi in televisione e chiedere nuove assunzioni, il cui costo scaricare sulla collettività con nuove tasse, parcometri e tasse di soggiorno.

Castagne Coop Consumatori Alleanza tutte marce

Posted in Uncategorized on ottobre 29, 2017 by scorpionedargento

Non comprate le castagne, le ho prese ieri ed erano al 75% marce, con muffa dentro. Prese presso supermercato di San Giirgio di Nogaro Udine. L’unico sistema per mangiare castagne decenti è raccogliersele da soli, almeno non si pagano 6 euro al chilo o da quelli che alle fiere le cuocciono nei bidoni. Non ne comprerò più nei supermercati, mi sa tanto che sono quelle dell’anno prima o quelle scartate dall’industria alimentare.